AREA VALDINIEVOLE

PREMESSA

Il Piano Integrato di Area da quest’anno vede unite in un’unica proposta progettuale tutte le Istituzioni Scolastiche della Valdinievole. Fino ad ora erano state condotte due esperienze distinte: Area Valdinievole Est e Area Valdinievole Ovest.

Il Piano Integrato d’Area in quanto progetto comune di una rete interistituzionale ha come obiettivi:

punto elenco individuare i bisogni emergenti e le situazioni a rischio nella scuola e nel territorio e rispondere con iniziative idonee ed efficaci;
punto elenco realizzare strategie progettuali per ampliare l’offerta formativa delle Istituzioni Scolastiche;
punto elenco promuovere la collaborazione in rete tra le scuole con le istituzioni del territorio;
punto elenco ottimizzare l’utilizzo delle risorse materiali e professionali esistenti.
punto elenco promuovere la continuità didattico-educativa tra ordini di scuola diversi e favorire un corretto orientamento.

La nuova équipe d’Area, facendo proprie le linee individuate dal Piano di indirizzo regionale, già presenti d’altra parte nelle varie azioni attuate in passato, propone una serie di interventi miranti alla prevenzione del disagio scolastico e giovanile, a contrastare la dispersione scolastica, a favorire l’integrazione, l’orientamento e l’arricchimento personale, a promuovere l’approfondimento di tematiche storiche legate al ‘900:

· La multiculturalità

· Una scuola solidale e integrata;

· La storia del 900;

sono le tematiche scelte per il presente progetto che diventano, a seconda delle varie realtà scolastiche, metodo, strumento, obiettivo delle specifiche azioni progettuali.

ENTI PARTECIPANTI

Il progetto mette in rete tutte le scuole del territorio di ogni ordine e grado, i Comuni dell’area, l'A.S.L., la Provincia di Pistoia, il C.S.A., aziende e associazioni coinvolte dalle azioni progettuali.

DESTINATARI

· Gli alunni di tutte le Istituzioni scolastiche dell’area Valdinievole, in un’ottica di continuità dalla scuola dell’infanzia alla scuola superiore;

· gli insegnanti;

· le famiglie.

PERIODO DI ATTUAZIONE

Il progetto, che comprende le azioni che saranno messe in atto nel triennio 2002/2005 si colloca in continuità con le azioni passate e in una prospettiva di proseguimento e consolidamento operativo futuro.

OBIETTIVI DI SETTORE E ATTIVITÀ

Le Istituzioni scolastiche in rete definiscono di comune accordo, per le aree tematiche scelte, i seguenti campi di intervento:

 

punto elenco Multiculturalità
  1. Accoglienza e inserimento (con particolare attenzione all’educazione linguistica)
  2. Conoscenza e confronto di culture
  3. Valorizzazione delle singole persone
  4. Prevenzione di atteggiamenti di intolleranza
  5. Educazione alla legalità e alla pace
  6. Coinvolgimento delle famiglie
  7. Formazione degli insegnanti

 

punto elenco Scuola solidale ed integrata

In questa area si inseriscono tutte le azioni messe in atto sia per gli alunni portatori di handicap sia per gli alunni che, per particolari problemi scolastici e/o sociofamiliari, si possono definire “a rischio”

  1. Accoglienza, inserimento e continuità.
  2. Valorizzazione delle competenze comunicative e relazionali.
  3. Educazione alla responsabilità personale e sociale.
  4. Recupero della motivazione e incremento dell’autostima.
  5. Valorizzazione delle competenze operative.
  6. Orientamento scolastico e professionale
  7. Coinvolgimento delle famiglie.
  8. Formazione degli insegnanti.

 

punto elenco Storia del 900
  1. Percorsi di ricerca e documentazione.
  2. Conoscenza della storia locale.
  3. Rapporto tra microstoria e macrostoria.
  4. Comprensione della realtà di oggi come frutto dell’incontro dinamico di popoli e culture.
  5. Costruzione di una identità personale basata sulla lettura critica della realtà.

STRATEGIE

La strategia individuata per la realizzazione del progetto consiste nel predispone una rete generale per condividere i campi di intervento e i relativi obiettivi e reti locali per condividere le azioni specifiche.

RISULTATI ATTESI

A livello di progetto comune si prevede una riduzione delle problematiche evidenziate, una crescita della conoscenza reciproca tra scuole, un incremento delle occasioni di collaborazione e quindi un maggiore e più efficace utilizzo delle risorse.

AZIONI

Le singole istituzioni scolastiche in rete predispongono le azioni specifiche, tenendo conto del piano dell’offerta Formativa, della condivisione degli obiettivi, dei bisogni della realtà

LE AZIONI DELL'I.C. "GALILEI" DI PIEVE A NIEVOLE

multicultura

scheda dell’Istituto “G. Galilei”di  Pieve a Nievole - insegnante referente: Marisa Tognozzi

Denominazione La lingua e i linguaggi della multicultura - 2° anno
Rete di progetto I.C. di Borgo a Buggiano - Capofila

I.C. di Pieve a Nievole, I.C. di Ponte Buggianese, I.C. di Larciano, I.C. di Lamporecchio, I.C. di Massa e Cozzile, D.D. 1^ Circolo e D.D. 2^ Circolo di Monsummano

Attività di Istituto:
  1. Teatro - drammatizzazione, poesia, giornalismo/ editoria per conoscersi comunicare e accogliersi.
  2. Intervento di mediatori culturali per alunni stranieri
Destinatari Alunni scuola dell’infanzia, scuola elementare: tutti; scuola media: 50 circa; alunni stranieri
Partner Associazione culturale Studio Paint Factory, "Associazione Nuovi Rapporti" - ONLUS
Documentazione finale Video, giornali scolastici, antologia di poesie, ipertesto
Finanziamento richiesto: 6.000 € 

 

scuola solidale e integrata

scheda dell’Istituto “G. Galilei” Pieve a Nievole: insegnante referente: Marisa Tognozzi

Denominazione Non uno di meno - 2° anno
Rete di progetto I.C. di Ponte Buggianese - Capofila

I.C. di Pieve a Nievole, I.C. di Borgo a Buggiano, I.C. di Massa e Cozzile, I. C. di Lamporecchio, D.D. di Montecatini Terme

Attività:
  1. Prevenzione del disagio e delle difficoltà scolastiche

  2.  Centro di ascolto per genitori ed insegnanti

  3. Tutor ed esperti per alunni della scuola media

  4. Formazione per le famiglie e i docenti
Destinatari Alunni di scuola dell'infanzia e alunni di scuola media in difficoltà personale, scolastica e/o familiare
Partner Educatore professionale, esperti delle strutture sanitarie del territorio, esperti in campo educativo e relazionale.
Documentazione finale Relazione
Finanziamento richiesto: 4000 € 

Home